Proroga bonus mobili 2020 nella legge di bilancio

La legge di Bilancio approvata salvo intese dal Consiglio dei Ministri, contiene anche la proroga del bonus mobili 2020.

Salvo modifiche introdotte dal Parlamento alla legge di bilancio, la proroga del bonus mobili per il 2020 consisterà in una detrazione del 50% per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici in classe A + (A per i forni) effettuate il prossimo anno. Gli acquisti devono essere finalizzati ad arredare un immobile oggetto di lavori di ristrutturazione.

Il bonus mobili 2020 è previsto per una spesa per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici per un importo massimo di 10mila euro, detraibili in 10 rate annuali. Il limite si riferisce alla singola unità immobiliare, comprese le pertinenze, quindi in caso di piu’ lavori si potra’ usufruire di più bonus mobili. Il bonus mobili 2020 è cumulabile con il bonus ristrutturazioni 2020.

Per avere diritto alla proroga del bonus mobili 2020 è necessario effettuare i pagamenti con bonifico bancario o postale (indicante la causale del versamento e gli estremi del beneficiario) o con carte di credito e debito. Esclusa la possibilità di pagamento in contanti o tramite assegno bancario. Da ricordare, inoltre, che da quest’anno è prevista la Comunicazione all’Enea dei dati relativi all’acquisto di grandi elettrodomestici, nel caso in cui si tratta di apparecchi che garantiscono un maggior risparmio energetico.

Si ha diritto al bonus mobili 2020 per l’acquisto dei seguenti elettrodomestici: frigoriferi, congelatori, lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie, apparecchi per la cottura, forni, forni a microonde, apparecchi elettrici di riscaldamento, ventilatori elettrici, altri apparecchi necessari per congelare i cibi, grandi elettrodomestici necessari per la cottura dei cibi.

Per quanto riguarda i mobili, invece, si ha diritto alla proroga del bonus mobili 2020, nel caso di acquisto di: divani, poltrone, armadi, letti, materassi, comodini, sedie, tavoli, mensole, librerie, scrivanie, cassettiere, apparecchi di illuminazione, mobili per il bagno. I mobili devono essere nuovi.

fonte: idealista.it

Condividi

Per info ed approfondimenti